Salute e Bellezza

Festa della mamma, Unicef: un bambino su 5 non viene allattato nei Paesi ricchi

Una campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi in occasione della festa della mamma che sarà celebrata domenica 13 maggio. È “Ogni bambino è vita”, iniziativa lanciata da Unicef Italia per sostenere progetti prenatali e postnatali. La Onlus ha presentato i dati emersi da uno studio, secondo cui, nei Paesi ad alto reddito, un bambino su cinque non viene mai allattato, mentre in quelli a basso e medio reddito uno su 25. Nonostante gli innumerevoli benefici del latte materno, fra i quali c’è quello di proteggere mamme e bambini da malattie anche gravi, dalla ricerca è emerso che nel mondo sono 7,6 milioni i piccoli che ogni anno non vengono attaccati al seno. Secondo lo studio Unicef, i figli hanno probabilità maggiori di essere allattati almeno una volta in Bhutan (99%), Madagascar (99%) e Perù (99%), rispetto a quelli nati in Irlanda (55%), Stati Uniti (74%) o Spagna (77%). In Italia questa percentuale è dell’86%, in Germania dell’82%, nel Regno Unito 81%.

«L’allattamento – spiega Shahida Azfar, vicedirettore generale dell’Unicef – è il miglior regalo che una madre, ricca o povera, possa fare al suo bambino e a se stessa. Celebrando la Festa della Mamma, dobbiamo dare a tutte le madri del mondo il supporto di cui hanno bisogno per allattare. Sappiamo – aggiunge – che è meno probabile che le madri ricche nei Paesi poveri allattino, ma paradossalmente i segnali che vediamo indicano che nei paesi ricchi sono i poveri ad avere meno probabilità di allattare. Queste disparità indicano che gli Stati, a prescindere dal livello di ricchezza, non stanno informando e rendendo ogni madre in grado di poter allattare i suoi bambini».

Ti potrebbe interessare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>