ATTENDERE
Moda

Buon compleanno Blue Jeans!

Quasi un secolo e mezzo, senza passare mai di moda. I blue jeans si preparano a spegnere 145 candeline il prossimo 20 maggio, giorno in cui, nel 1873, Levi Strauss ottenne il brevetto per la produzione di questo capo di abbigliamento con rivetti in rame.

Amati e indossati da tutte le generazioni, dai più piccoli ai meno giovani, i jeans nascono  a Genova nel 16esimo secolo e solo a fine Ottocento raggiungono San Francisco, dove viene avviata la prima produzione. In origine furono pensati come capo da lavoro, ma negli anni hanno conquistato proprio tutti. Dal jeans a vita alta a quello a vita bassa, dallo skinny alla zampa d’elefante, dal boyfriend ai jeans stracciati: tanti i modelli che hanno fatto la storia in tutto questo tempo.

I MODELLI – Secondo un sondaggio fatto da Privalia outlet online,   il 73% degli intervistati dichiara di avere almeno 6 paia di jeans nel proprio guardaroba. Riguardo ai modelli, ad accaparrarsi il primo posto, quest’anno, sono i jeans a vita alta e gamba dritta, che incassano il 36% dei voti. Al secondo posto tornano i jeans con le scampanature a zampa d’elefante. Al 31% piace un modello capace di evidenziare le curve nei punti giusti, terzo posto con il 24% boyfriend e mom fit super comodi e alla moda. Ultimi  i classici skinny con il 12%. La vita alta, che fino a qualche anno fa non raccoglieva consensi, oggi è il modello più amato e indossato, mentre quella bassa  è da bandire per il 55% dei votanti.

Non solo pantaloni: camicie, gonne, giacche e top in jeans sono i capi in denim preferiti dagli italiani che ne possiedono, in  media, più degli abitanti di Germania, Regno Unito e Cina. Ed è proprio  il total denim il trend di stagione: ma attenzione ad abbinare le giuste tonalità di blu tra i diversi capi.

Articolo precedente
Prossimo articolo
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

+