You are here
Home > Cronaca e Politica > Toscana, incendio nel Pisano: brucia il monte Serra

Toscana, incendio nel Pisano: brucia il monte Serra

Brucia ancora il monte Serra, nel Pisano, e le fiamme sono sempre più vicine all’abitato di Calci. Il sindaco Massimiliano Ghimenti ha ordinato agli abitanti di lasciare le case a scopo preventivo, in particolare nella frazione di Montemagno e nelle zone di Torre e San Lorenzo. Nella palestra comunale si sono raccolti un centinaio di sfollati. Non si registrano feriti né morti, ma c’è tanta paura che le fiamme arrivino all’abitato. Da ore Vigili del fuoco e protezione civile, sono al lavoro, alle prese anche con un forte vento che rende difficile l’intervento.

Nelle prime ore di intervento, ha detto Ugo D’Anna, comandante dei Vigili del fuoco di Pisa, è stato concreto il rischio di «perdere due squadre» perché l’incendio è «molto grosso e potente». Le fiamme, probabilmente di origine dolosa, sono state avvistate intorno alle 22 di ieri. La cittadinanza di Calci si è radunata nella zona del municipio. L’amministrazione in queste ore concitate sta riorganizzando i collegamenti bus con Pisa.

Il presidente della Toscana Enrico Rossi sta arrivando a Calci. Circa 500 gli sfollati. Il governatore, in “stretto contatto” con il capo della Protezione civile nazionale, fa sapere che oltre ai due Canadair che hanno raggiunto i luoghi dell’incendio, altri due sono in volo. Inoltre dall’aeroporto di Napoli Capodichino è in partenza un elicottero S64 in dotazione alla Forestale: si tratta, si spiega, del mezzo aereo con la massima capienza d’acqua. Da questa notte, si spiega ancora, stanno operando 180 squadre antincendio e 50 volontari della protezione civile per assistere i 500 sfollati.

Articolo precedente
Prossimo articolo

Lascia un commento

Top
+