You are here
Home > Cronaca e Politica > “Non riuscivo a dormire”, uccide a botte il figlio di due anni

“Non riuscivo a dormire”, uccide a botte il figlio di due anni

“Non riuscivo a dormire, mi sono alzato dal letto e l’ho picchiato”. E’ questa l’unica, assurda spiegazione che gli investigatori sono riusciti a raccogliere da Aliza Hrustic, l’uomo di 25 anni che ha ammesso di aver ucciso il proprio bambino di 2 anni nel suo appartamento in via Ricciarelli 22, nella periferia ovest di Milano.

Sul corpo del piccolo erano evidenti i segni delle percosse. Sarà comunque l’autopsia a chiarire la causa del decesso.

Rhustic, nato a Firenze ma di origini croate, è sposato con Silvija Z., croata di 23 anni che ha cinque figli ed è incinta del sesto.

Articolo precedente
Prossimo articolo

Lascia un commento

Top
+